Corriere Valsesiano > Attualità > Valduggia: il Gruppo Ana a quota 71
Attualità Bassa Valle -

Valduggia: il Gruppo Ana a quota 71

Presenti le rappresentanze dei Marinai e di molti Gruppi Ana di paesi limitrofi

Domenica 5 maggio è stata uno di quei giorni che ti lasciano dentro gioia e nostalgia. Le cento Penne Nere presenti in paese in occasione del 71° anniversario del Gruppo Alpini di Valduggia, ha portato nel cuore anche un commosso ricordo di chi non c’era più. I racconti di guerra di papà, scorrono nella mente come fossero ieri, i canti alpini risvegliano nel cuore melodie mai scordate, sin da quando si era piccini; li abbiamo imparati tutti a memoria e ancor oggi li intoniamo con il groppo in gola a memoria di coloro che sono andati avanti. Molto bella la festa dei nostri Alpini, solennizzata con gioia nel cuore grazie a questi ragazzi, ormai diventati adulti ma, che mai hanno dimenticato quella penna che portano sul cappello. «Sul cappello che noi portiamo c’è una lunga penna nera» e domenica sono uscite cento e mille penne nere che puntavano verso il cielo valduggese. L’ottima Fanfara Alpina di Foresto ha reso la cerimonia carica di emozione, le note dei canti delle Penne Nere sono il tocco in più, in questa giornata che il nostro gruppo ci ha regalato. La sfilata lungo le vie del paese con sosta al cippo degli Alpini e le note del «Silenzio» hanno emozionato, quando l’alza bandiera del nostro Tricolore sventolava con onore fra l’ammirazione di tutti. Chi si è emozionato come lo scrivente, avrebbe molte cose da raccontare, ha seguito il corteo nel ritorno per la S. Messa in Santa Maria e la deposizione della corona al Cippo del Caduti di tutte le guerre. Presenti erano le rappresentanze dei Marinai e di molti Gruppi Ana di paesi limitrofi: Cravagliana, Aranco, Vanzone, Isolella, Morondo, Prato Sesia, Varallo, Borgosesia, Foresto, Cellio, Fobello, Cervatto, Valmaggia, Morca, Doccio, Orsanvenzo-Valpiana. Tutti uniti per onorare gli Alpini Valduggesi. Grazie a tutti, ragazzi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
Sono state moltissime le persone che venerdì 3 maggio si...