Corriere Valsesiano > Attualità > Vacanze in Valsesia, svelata l’iniziativa per favorire l’afflusso di turisti in Valle
Attualità Borgosesia -

Vacanze in Valsesia, svelata l’iniziativa per favorire l’afflusso di turisti in Valle

Un concorso ideato dall’on. Tiramani

Un concorso con montepremi di oltre 50 mila euro, suddiviso in buoni da 500. Si chiama «Vacanze in Valsesia» ed è iniziato sabato 20 giugno. E’ «l’arma segreta» che l’on. Paolo Tiramani ha ideato per favorire il turismo nella nostra Valle. il presidente della Provincia di Vercelli, il varallese Eraldo Botta, e i Sindaci valsesiani hanno subito condiviso l’iniziativa, che avrà anche l’autorevole patrocinio di uno che di valorizzazione culturale e territoriale se ne intende, l’on. Vittorio Sgarbi, famoso critico d’arte amico della Valsesia ed estimatore delle sue ricchezze artistico-ambientali. «Il bonus vacanze lanciato dal Governo si è rivelato in realtà molto farraginoso, difficile da fruire» ha spiegato Tiramani «ed è strutturato come un credito d’imposta: non sta avendo successo. Di contro, noi offriamo alle famiglie la reale possibilità di fare le vacanze in un posto magnifico come la nostra Valsesia e, a differenza del Governo, distribuiamo buoni che valgono denaro contante: le famiglie li potranno usare per pagare le strutture ricettive venendo subito rimborsate da noi con euro sonanti, e non con fantomatici sconti sulle tasse… che poi chissà quando arriveranno!».
I vincitori del concorso potranno scegliere dove e come trascorrere la loro vacanza in Valsesia. Le opportunità non mancano, in un territorio che da Gattinara ad Alagna è pieno zeppo di arte, natura, occasioni sportive o enogastronomiche d’eccellenza.
Il presidente Botta e quello dell’Unione Montana Pier Luigi Prino, rispettivamente sindaci di Varallo e Valduggia, con i colleghi di Alagna, Roberto Veggi, Gattinara, Daniele Baglione, Quarona, Francesco Pietrasanta, e gli altri primi cittadini del territorio,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che i pazienti...