Corriere Valsesiano > Attualità > «Una Voce per l’Alpàa», vince Gianluca Faziotti
Attualità, Spettacoli Varallo -

«Una Voce per l’Alpàa», vince Gianluca Faziotti

Il festival canoro ideato da Paolo Simonotti e Mariano Navetta

E’ il borgosesiano Gianluca Faziotti il vincitore della prima edizione di «Una Voce per l’Alpàa». Tra i tantissimi appuntamenti musicali dell’Alpàa varallese, quest’anno si è inserito anche il festival canoro ideato da Paolo Simonotti e Mariano Navetta pensato per dare spazio ai nuovi cantanti e per scoprire talenti. La finale di sabato 20 luglio ha visto esibirsi sul palco di piazza Vittorio 20 artisti selezionati negli scorsi mesi tra di più di 600 voci provenienti da tutto il nord Italia, ma a trionfare è stato un ragazzo «delle nostre parti». Gianluca Faziotti,
29 anni, non è certo un artista improvvisato: infatti, oltre a esibirsi in tributi insieme alla sua band e altri musicisti, è anche autore di testi e di musica, dimostrando di avere, oltre a eccellenti doti canore, anche una spiccata sensibilità linguistica. E proprio con un inedito scritto da lui e intitolato «Remì», un brano forte ma emozionante, è riuscito a incantare la giuria e ad aggiudicarsi all’unanimità il primo premio. Le esibizioni dei 20 cantanti sono state accompagnate dai presentatori Paolo Simonotti ed Elisa Scheffler, affiancati da Mariano Navetta, che ha proposto uno spettacolo di magia, e Leonardo Fiaschi, comico-imitatore.
La giuria, occhio (e orecchio) sempre sul palco, era composta da Massimo Bonelli ex direttore di Sony Italia, Massimo Giuseppe Bianchi, pianista e direttore artistico di Musica a Villa Durio, Fabio Moretti, appartenente a una nota casa di registrazione, Simone Serretta, titolare di Imprimatur Varale Vinili, i giornalisti Monica Bertoni de Il Giorno, Antonello Sette di Mediaset, Maria Cuscela de La Stampa, Eraldo Botta sindaco di Varallo, Alessandro Dealberto assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Varallo.

Foto di Carlo Pozzoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
Alla vigilia dell’anno beethoveniano che vedrà i festeggiamenti del duecentocinquantesimo...