Corriere Valsesiano > Attualità > Sizzano: Gres, dal 1990 al servizio della comunità
Attualità Bassa Valle Ghemme -

Sizzano: Gres, dal 1990 al servizio della comunità

Il report del 2020: nonostante il Covid, ottimo l’incremento d’attività sul territorio

SIZZANO – Il 2020 al Gres si è chiuso con un incremento di servizi sul territorio. Come evidenziato nella relazione sull’attività del sodalizio nello scorso anno, i servizi sono stati 1893, con una percorrenza di ben 102.072 km.

«La nostra associazione» scrive il presidente Matteo Giordano «nonostante l’emergenza Covid-19 ha incrementato  rispetto al 2019 i già ottimi traguardi in termini di servizio sul territorio. L’anno scorso abbiamo mantenuto i due dipendenti e con ciò abbiamo potuto ottimizzare al meglio anche i turni dei volontari confermando una presenza di 15 ore in sede. I servizi in generale sono aumentati, soprattutto nei trasporti infermi con ambulanza e pulmini per visite, nei trasporti intraospedalieri, nei servizi vari, e di protezione civile».

Nel dettaglio i dati compongono un quadro di 762 interventi di soccorso nel sistema 118; 506 servizi di trasporto infermi con ambulanza; 217 servizi di trasporto con pulmini attrezzati; 59 servizi di trasporto alle Asl di Ghemme e di Carpignano (40 e 19); 40 trasporti anziani al cimitero di Fara; 151 uscite dei volontari di Protezione Civile su richiesta dei sindaci del territorio per emergenze e Covid; 158 servizi di trasporti intraospedalieri con ambulanza. Un totale, come detto, di 1.893 servizi, il 6,41% in più rispetto ai 1.779 del 2019 e di 9.795 km (il 10,61% in più) dei 92.277 percorsi due anni fa.

«I nostri volontari hanno dedicato alla collettività 21.790 contro 19.890 ore/uomo pari a un + 9,93% e i dipendenti 3.505 ore complessive. Nel complesso si è avuto comunque un aumento di impegno rispetto a quanto fatto nel 2019, già considerato un anno particolarmente proficuo».
L’emergenza Covid ha però compromesso anche alcune attività del Gres. «Purtroppo non si sono svolti i consueti incontri con le scuole del territorio, né tantomeno l’annuale esercitazione di Protezione Civile e non abbiamo potuto festeggiare degnamente il 30° anno di fondazione avvenuto nel 1990».

122 sono i volontari alla data attuale in forza al Gruppo. Di essi, 76 svolgono compiti di soccorso sanitario, 17 per la Protezione Civile, 12 per i servizi sociali e 17 sono in fase di formazione  per il soccorso.

«Come Protezione Civile nel corso dell’anno siamo intervenuti, su richiesta dei Sindaci in varie occasioni per monitorare giorno e notte il territorio in occasione di forti piogge con frane sulle colline e per la piena ed esondazione del fiume Sesia; inoltre per l’emergenza Covid abbiamo effettuato diverse distribuzioni di mascherine alle famiglie di Sizzano, consegna spese a Sizzano e Fara, gestione delle code agli Uffici Postali, ai mercati, nelle discariche e per servizi vari».

Il presidente Giordano a conclusione della relazione ricorda l’importante proposito  del sodalizio «Siamo sempre alla ricerca di nuovi volontari, ma non esiste solo il soccorso, serve personale anche per la Protezione Civile e i servizi sociali. Per il 2021 l’obiettivo sarà quello di confermare e aumentare ancora i servizi sul territorio favorendo l’inserimento di nuovi volontari e migliorando ulteriormente la gestione delle risorse umane».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
Sarà ancora giallo il colore del Piemonte per la prossima...