Corriere Valsesiano > Cronaca > Senza autorizzazione raccoglievano fondi davanti all’ospedale: tre fermati
Cronaca Borgosesia -

Senza autorizzazione raccoglievano fondi davanti all’ospedale: tre fermati

Divieto di ritorno nel territorio di Borgosesia per i tre

I Carabinieri della Stazione di Borgosesia hanno fermato e condotto in caserma tre persone che, senza alcuna autorizzazione, raccoglievano fondi per un’associazione contro l’emarginazione dei malati di Aids. Il tutto si è svolto davanti all’Ospedale Santi Pietro e Paolo, dove costoro distribuivano volantini e richiedevano offerte in denaro. In seguito alla segnalazione da parte di un cittadino borgosesiano che, insospettito dalla situazione, ha allertato i Carabinieri è in breve giunta sul posto una pattuglia. I tre, due uomini di 48 e 27 anni e una donna di 27, sono stati quindi portati in caserma per accertamenti. I militari, una volta raccolte le generalità, hanno poi scoperto che tutti e tre, residenti a Cuneo, erano già gravati da precedenti penali per reati contro il patrimonio e la persona e che né l’Ospedale né l’ASL di Borgosesia avevano rilasciato alcuna autorizzazione per l’opera di raccolta fondi che avevano messo in atto. I Carabinieri, come misura preventiva, hanno subito emesso un divieto di ritorno nel territorio di Borgosesia per i tre cuneesi e hanno cercato di mettersi in contatto con il presidente della Onlus per il cui conto i fermati asserivano di operare, per chiarire la situazione ed eventualmente informare la sede centrale di questo comportamento irregolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
Domenica 14 Aprile 2019 si terrà l’inaugurazione della nuova sede...