Corriere Valsesiano > Attualità > Ricordando Luigi Gioria, Vice Presidente PABV
Attualità Bassa Valle -

Ricordando Luigi Gioria, Vice Presidente PABV

Colpito da una grave malattia contro la quale ha combattuto coraggiosamente

Ai primi di agosto è mancato a sessantasette anni Luigi Gioria, Vice Presidente della Pubblica Assistenza Bassa Valsesia di Serravalle, colpito da una grave malattia contro la quale ha combattuto coraggiosamente. Luigi, pur con grande fatica, aveva ancora partecipato all’inaugurazione dell’Ambulatorio Amico, una festa per la PABV, ma soprattutto un traguardo importante al servizio della cittadinanza, che viene quotidianamente utilizzato e che si sta pensando di ampliare anche ai prelievi ematici, se si troverà il Personale specializzato che si dichiarerà disponibile. L’Assessore Marilena Carmagnola è fiduciosa e conferma l’attiva collaborazione del Comune.
Il Presidente della PABV, Luca Milanini, ha ricordato così Luigi: “Un anno fa è mancato il Presidente della PABV, Marco, il mio papà, e quest’anno Luigi, il nostro Vice Presidente. Luigi prestava servizio come volontario da dieci anni e da tempo faceva parte del Direttivo: abbiamo condiviso questa avventura e insieme abbiamo affrontato impegni e preso decisioni, sottraendo tempo ai nostri cari per essere sempre disponibili quando serviva. Luigi era responsabile dei servizi con le auto, insieme al collega Zenone organizzava e pianificava tutti i trasporti richiesti da enti e privati. Un compito non facile… Luigi era davvero una bella persona: sapeva valutare le situazioni obiettivamente, elegante e riservato, stemperava con una battuta ironica i momenti difficili riportando tutti alla leggerezza, era sempre disponibile, persino nei giorni di festa portava i dializzati a fare la terapia che non può essere interrotta. Anche sua moglie Giuliana è entrata nella PABV come centralinista e così ci siamo legati ancora di più, come spesso succede nelle associazioni, che diventano parte delle nostre famiglie. Io come Presidente e tutti i volontari, che hanno avuto la fortuna di conoscerlo ed apprezzarlo, vogliamo ringraziare Luigi per il tempo che ci ha regalato e ricordarlo con il suo sorriso sotto i baffetti… Ciao Luigi!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
Molteplici le iniziative culturali organizzate al Sacro Monte di Varallo...