Corriere Valsesiano > Spettacoli > Cultura > “Imago Naturae”: acquerelli botanici di Lidia Vanzetti al Sacro Monte
Attualità, Cultura Varallo -

“Imago Naturae”: acquerelli botanici di Lidia Vanzetti al Sacro Monte

La mostra rimarrà visitabile fino a giovedì 22 agosto

La Casina d’Adda al Sacro Monte di Varallo ospiterà una mostra di acquerelli botanici dal titolo «Imago Naturae» dell’artista grignaschese Lidia Vanzetti.
L’esposizione è stata inaugurata sabato 3 e rimarrà visitabile fino a giovedì 22 agosto (secondo questi orari di apertura: 10-12; 14,30- 17,30), promossa dall’Ente Gestione Sacri Monti.
«Nata e cresciuta in un’area di notevole rilevanza ambientale, a diretto contatto con i locali Parchi Naturali, di quel periodo sono ancora vivi in me i ricordi: le corse nei prati fioriti, la raccolta di mazzolini di violette per profumare la casa, l’odore inconfondibile del fieno o dell’erba bagnata dopo il temporale, la ricerca di erbe e piante medicinali con l’aiuto di mio padre, che di queste era un discreto conoscitore e un appassionato estimatore, la scelta con la mamma di “erbette” dei prati per preparare frugali minestre dall’aroma e dal gusto così delicato e singolare. Grazie forse a queste appaganti esperienze, forse al desiderio che ho sempre avuto da piccola di disegnare e dipingere, la pittura botanica è diventata lo sbocco quasi inevitabile delle mie inclinazioni: non un’attività di lavoro vera e propria ma una passione, che da diversi anni occupa una parte non indifferente della mia vita».
Avvicinatasi alla pittura botanica nel 2004, Lidia Vanzetti ha privilegiato la tecnica dell’acquerello, imparando a osservare e a confrontare, a scegliere i soggetti, a rendere cromie, consistenze forme e dettagli al fine di fissare sulla carta l’unicità di ogni esemplare.
Dopo le prime mostre e gli apprezzamenti ottenuti, ha sentito il bisogno di mettersi alla prova in ulteriori importanti sfide.
Nel corso degli anni la grande dedizione e la passione che non sono mai venute a mancare le hanno consentito di ottenere considerevoli riconoscimenti, in occasione della partecipazione a mostre di rilievo in Italia e all’estero: nello specifico tre prestigiose Golden Medal ricevute a tre «Exibition of Botanical Art» della Royal Horticultural Society, tra le più famose organizzazioni mondiali dedite all’orticultura.
Sue opere sono presenti in diverse collezioni nazionali e internazionali, private e pubbliche, come l’Hunt Institute for Botanical Documentation di Pittsburg (USA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
Questo il programma dell’estate molliese. Mercoledì 14, gita nelle frazioni...