Corriere Valsesiano > Attualità > EuroPuppetFestiValsesia slitta a settembre
Attualità, Spettacoli Alta Valle Bassa Valle Borgosesia -

EuroPuppetFestiValsesia slitta a settembre

La XIII edizione della rassegna di teatro di figura si terrà dal 4 al 6 e dal 10 al 13

Per cause dipendenti dall’emergenza sanitaria in corso, la direzione artistica di EuroPuppetFestiValsesia e de La Bottega Teatrale, in comune accordo con le istituzioni, ha deciso che la tredicesima edizione del Festival Internazionale di Teatro di Figura è stata rinviato a settembre e che si svolgerà dal 4 al 6 e dal 10 al 13. Per far fronte alle misure igienico-sanitarie anti covid, gli spettacoli dal vivo saranno a numero chiuso, ma avranno anche la diffusione on line, così da poter raggiungere il più grande numero di spettatori possibili. Gli spettacoli dal vivo rimarranno gratuiti, ma sarà necessaria una prenotazione on line e potranno accedere alle rappresentazioni solamente i prenotati, rigorosamente in mascherina e distanziati uno dall’altro di almeno un metro, fatta eccezione per i nuclei familiari. «Siamo stati costretti a rivedere il progetto, a cercare nuove strade senza smantellare troppo l’idea originaria» spiegano dalla direzione artistica del festival. «Anche per gli attori vale la stessa regola: gli spettacoli andranno in scena con al massimo due attori per volta, se dello stesso nucleo familiare, altrimenti con un solo attore, proprio per seguire le disposizioni di sicurezza sanitaria e distanziamento sociale anche in scena. Presteremo attenzione ad ogni futuro protocollo emesso a livello nazionale e regionale, ovviamente».
Il progetto del festival vedrà coinvolti ben 10 Comuni: Fontanetto Po, Borgosesia, Quarona, Varallo, Civiasco, Cravagliana, Balmuccia, Scopa, Scopello, Campertogno.
Il numero degli spettacoli sarà ridotto a 12 rappresentazioni dal vivo e 4 on line (che saranno trasmessi in diretta) e sarà proprio in questa seconda modalità che lo spettatore diventerà ancora più importante. La direzione artistica dell’evento, per coinvolgere e interessare il pubblico, ha deciso di sperimentare un modo nuovo di assistere alle rappresentazioni, incaricando, a turno, uno spettatore a fare da telecronista agli spettacoli in rete che si occuperà di presentare e commentare la trasmissione. Da sempre un festival popolare, anche quest’anno l’EuroPuppetFestiValsesia chiederà al suo pubblico di premiare due spettacoli: la premiazione delle quattro compagnie (Premio degli adulti dal vivo e on line e Premio dei Ragazzi dal vivo e on line) avverrà il 13 settembre tramite una webinar in cui si collegheranno gli spettatori per un brindisi ideale e tutti i partecipanti; i vincitori riceveranno una targa o pergamena durante il festival 2021. Così sarà per l’attore o l’attrice che avrà il riconoscimento come migliore interprete e lo spettatore o famiglia che avrà assistito al maggior numero di spettacoli (Premio Fedeltà) a cui quest’anno si aggiungeranno due premi per le compagnie: alla migliore scenografia e al miglior animatore di figure.
Il laboratorio «Le lanterne dei desideri»   verrà realizzato dal vivo ma ognuno dei partecipanti si porterà il materiale occorrente per la costruzione delle lanterne e l’espressione dei desideri. E, per questa edizione, i tanti progetti corollari alla manifestazione si trasferiranno in rete: per il progetto «Disegna la Mascotte di EuroPuppetFestiValsesia»   sarà chiesto di inviare via email la propria idea; tra le partecipanti ne verrà scelta una che sarà la Mascotte per il festival del 2021. La mostra dei disegni del progetto del 2019 sarà resa disponibile online. La rete prevede anche una interessantissima sezione legata all’attualità dal titolo «Pillole di Covid»   in cui verranno pubblicate delle vere e proprie video-chicche prodotti dagli artisti nei giorni di quarantena. Il pubblico sarà chiamato ad esprimersi anche sulle pillole per decretare chi ha avuto il maggiore gradimento. Anche per il 202 0 continua e si sviluppa ancor di più il progetto principe del 2016 «Recensisci EuroPuppetFestiValsesia»   che dà la possibilità al pubblico di dire la sua opinione e di recensire uno spettacolo o la manifestazione in sé.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
Tra il pubblico che, sabato scorso, si era (con il...