Corriere Valsesiano > Attualità > Diabetica-mente 2: incontri dedicati ai pazienti per gestire al meglio il diabete
Attualità Borgosesia -

Diabetica-mente 2: incontri dedicati ai pazienti per gestire al meglio il diabete

Si comincia il 19 febbraio

Torna anche quest’anno «Diabetica-mente», il progetto che l’Asl di Vercelli porta avanti in collaborazione con il dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Torino e che punta a sviluppare percorsi integrati nella gestione del diabete mellito di tipo 2.

Un percorso di informazione e partecipazione rivolto ai pazienti affetti da questa malattia cronica complessa che avranno la possibilità anche quest’anno di seguire alcuni incontri dedicati.

Il programma prevede incontri tematici e attività fisica con due appuntamenti sportivi già in calendario per l’11 marzo e l’8 aprile (partenza dalla piastra polifunzionale di largo Giusti 13 a Vercelli) con camminate dedicate di fitwalking.

Gli incontri di gruppo su temi specifici saranno cinque, il mercoledì dalle 9 alle 10,30, della durata di 90 minuti.
Si comincia il 19 febbraio per parlare di «Alimentazione e diabete mellito di tipo 2» con un medico specialista in Scienza dell’Alimentazione, dietista, coordinatore della diabetologia e psicologi.

Il valore aggiunto di questo progetto risiede proprio nella possibilità di essere seguiti da un gruppo multidisciplinare che comprende professionisti appartenenti a diverse strutture: psicologia, diabetologia endocrinologia, dietetica e nutrizione clinica e laboratorio analisi.
Una iniziativa utile sia per i pazienti che hanno la possibilità di confrontarsi per comprendere come gestire concretamente la malattia e viverne l’impatto emotivo, ma al tempo stesso anche essenziale per gli operatori per studiare e strutturare al meglio il percorso del paziente diabetico sul territorio.

Per aderire contattare la dott.ssa Simona Di Paola o il dott. Stefano Ragusa all’indirizzo simona.dipaola@unito.it oppure ai numeri di telefono: 345 3372436 o 333 9865714.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
Da un lettore riceviamo e pubblichiamo. Vorrei proporre alcune pacate...