Corriere Valsesiano > Attualità > Coronavirus, Safari Park chiede aiuto per i suoi animali
Attualità Borgosesia -

Coronavirus, Safari Park chiede aiuto per i suoi animali

A rischio la regolare operatività e il sostentamento delle 300 specie

Coronavirus, il Safari Park Lago Maggiore lancia un accorato appello per la sopravvivenza degli animali. Ecco il testo del documento.

Alle aziende

Chiediamo sostegno attivo ai Centri Commerciali, Supermercati, Negozi di alimentari frutta e verdura, panifici, alle Aziende produttrici o agricole nel poterci donare quanto per loro superfluo o non più idoneo alla vendita al nostro Parco. Safari Park Lago Maggiore in queste settimane sta attraversando un momento molto delicato che mette a rischio la regolare operatività e il sostentamento delle 300 specie di Animali attualmente ospitati all’interno della struttura di Pombia (No). I nostri Animali necessitano di Assistenza, derrate alimentari, farmaci ed integratori per decine di migliaia di euro e l’interruzione così brusca delle attività sta mettendo a dura prova finanze e relative forniture.

Ai visitatori

Oggi lanciamo un appello non solo a tutte le Attività ma anche ai Privati perchè tutti gli amici di Safari Park possano aiutarci e sostenerci.

A loro non richiediamo donazioni ne tanto meno invio di materiale, ma semplicemente la possibilità che possano acquistare adesso il biglietto di ingresso a data aperta sul nostro shop on line. Il biglietto lo si potrà poi utilizzare per tutta la stagione non appena la situazione di emergenza sarà rientrata.

E’ possibile anche donarlo come regalo per un evento o celebrazione. Questo piccolo gesto ci permetterà di potere sostenere i servizi essenziali e non dovere ricorrere a drastiche e più drammatiche decisioni.

L’equilibrio di un Parco Zoologico non è cosa così semplice, anche se dovessero intervenire sostegni governativi, sarebbe forse troppo tardi. Continueremo ogni giorno a svolgere il nostro lavoro con consapevolezza, professionalità e instancabile passione.

visita www.safaripark.it e aiutaci concretamente perchè SOLO INSIEME TUTTI UNITI #celafaremo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
Sono 7 i nuovi decessi in Piemonte di persone positive...