Corriere Valsesiano > Spettacoli > Cultura > Biblioteca Varallo: Sabato 14 settembre presentazione della pubblicazione di Heiko H. Caimi
Attualità, Cultura Varallo -

Biblioteca Varallo: Sabato 14 settembre presentazione della pubblicazione di Heiko H. Caimi

Martedì 17 settembre inaugurazione della mostra “Scorci di Camasco” sempre alla “Farinone-Centa”

Sabato 14 settembre, alle ore 11, nella Sala Conferenze della Biblioteca Civica “Farinone-Centa” di Varallo, Heiko H. Caimi, scrittore, figlio del giornalista e grafico Gianfranco Caimi, scrittore, sceneggiatore, poeta e docente di scrittura narrativa, presenterà il suo romanzo, pubblicato a febbraio: “I predestinati”, un romanzo sociale narrato con il ritmo febbrile di un thriller e l’antologia da lui curata: “Oltre il confine. Storie di migrazione”, pubblicato a giugno, in cui ventotto scrittori, italiani e stranieri, hanno aderito all’invito di esplorare il tema delle migrazioni da punti di vista ed approcci differenti, tra storia, attualità e futuro prossimo, tra narrazioni realistiche ed estrapolazioni fantastiche, un’opera di resistenza civile e culturale contro l’indifferenza.

Martedì 17 settembre, alle ore 11, nel Cortile d’Onore di Palazzo Racchetti, sede della Biblioteca Civica “Farinone-Centa”, sarà inaugurata la mostra degli oli e dei disegni di Giuliana Guglielmina Ratti: “Scorci di Camasco”, che illustrano il libro di Annita Guglielmina Squaratti: “Pascular…buscar… stramar. Piccola storia del Comune di Camasco”: la prima storia organica del paese, che fu Comune fino al 1929, che sarà presentato in Biblioteca sabato 28 settembre alle ore 17.

La bisnonna di Giuliana era figlia di un Penna di Camasco e di una Bordiga quindi nel sangue certo scorre una vena artistica: Giuliana ha sempre dipinto, ma non ha mai fatto mostre, soprattutto perché le sue opere venivano offerte per beneficenza, durante le manifestazioni del paese: Pro Asilo e Pro Parrocchia e adesso quindi sono difficilmente rintracciabili. Cifra di questa artista sono gli alberi, sempre presenti, che Giuliana considera quasi dei numi protettori: “Con le loro radici danno sicurezza, pace, tranquillità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
Sabato 7 settembre alla Provincia di Biella, Cantinone, Via Quintino...