Corriere Valsesiano > Attualità > Al Parco Magni una nuova struttura per ospitare eventi e manifestazioni
Attualità Borgosesia -

Al Parco Magni una nuova struttura per ospitare eventi e manifestazioni

"Verosimilmente crediamo che già nel 2020 la struttura possa essere aperta al pubblico"

Entro il 2020 il parco Magni diventerà un punto di riferimento per incontri e manifestazioni non solo stagionali, ma 365 giorni l’anno. L’Amministrazione comunale ha, infatti, promosso l’intervento per la realizzazione di una struttura fissa capace di ospitare gli eventi culturali e sportivi che normalmente costellano il calendario delle manifestazioni borgosesiane.
Ad avere la responsabilità del progetto è l’assessore con delega al parco Magni Eleonora Guida che ha ben chiara la finalità dell’opera: «L’idea è proprio quella di realizzare una struttura fissa utile per ospitare manifestazioni culturali e sportive, pronta ad accogliere, data la sua grandezza, ogni tipo di evento, soprattutto in caso di maltempo. Inoltre, un edificio di questo tipo si presta bene anche per ricevimenti e feste, per questo, apriremo la possibilità ai cittadini di affittare la struttura per eventi privati come matrimoni e  feste di compleanno».
Dal punto di vista architettonico la struttura sarà a pianta rettangolare (misura 10 x25 metri) e ricoprirà l’ampia superficie di prato sita all’ingresso del parco, già attualmente utilizzata per ospitare feste e manifestazioni sportive.
La particolarità dell’edificio saranno le pareti; infatti, per non stravolgere il contesto ambientale presente, dominato dalla natura e dal verde, l’assessore Guida ha proposto di realizzare le pareti e il tetto trasparenti, questo per fare in modo che la struttura si inserisca il più armoniosamente possibile all’interno del  parco Magni.
Dovrebbe avere l’aspetto di una serra, in grado di creare l’illusione di essere in mezzo alla natura anche se si è tra quattro pareti, con il grande vantaggio, in termini di risparmio energetico, di poter sfruttare l’illuminazione naturale. La realizzazione della struttura sarà suddivisa in tre lotti: il primo, la cui gara d’appalto terminata qualche giorno fa è andata deserta, riguarderà la realizzazione della piastra di fondazione in cemento armato, il secondo interesserà la costruzione delle pareti e della copertura e il terzo si occuperà degli interventi per l’attivazione delle utenze di base e la realizzazione delle cucine. Come riporta l’assessore Guida, non appena verranno nominati i professionisti responsabili del cantiere del primo lotto inizieranno subito i lavori che interesseranno un investimento da parte del comune di circa 35 mila euro; a seguire saranno pubblicate le gare per i lotti successivi.
Conclude Guida: «Verosimilmente crediamo che già nel 2020 la struttura possa essere aperta al pubblico e utilizzata per ospitare eventi. Naturalmente dobbiamo tener conto di possibili imprevisti, come il maltempo, ma se tutto va bene a fine anno potremmo già entrarci».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizia precedente
Notizia precedente
Terzo appuntamento con la stagione teatrale 2019/2020 promossa e organizzata...